Ayurveda: quando l’eccezione è la regola

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

A tu per tu con la dott.ssa Sadbhawna Bhardwaj, vaidya (medico della tradizione ayurveda) di New Delhi, India, tra gli insegnanti del corso per Operatore Ayurvedico che inizierà a gennaio a Rimini.

Perchè questa antica scienza di vita continua ad attirare cosi tante persone?

“La domanda è molto interessante e la risposta non sempre così scontata. Ci sono a mio avviso parecchi fattori ad influire tra cui la crescente possibilità di aprire in Italia di attività e/o associazioni di trattamenti Ayurveda e di pratica di yoga e meditazione. Sembra che tutti prima o poi nella vita, debbano provare un viaggio in India, o lenire lo stress con lezioni di svariati stili di yoga e meditazione, piuttosto che un superbo massaggio ayurvedico per riequilibrare e crescere nella consapevolezza del sé. Le persone tendono a collegare questi aspetti come facenti parte di un’occasione speciale nella vita. Molti poi fanno da cassa di risonanza ulteriore con il passaparola delle avventure incredibili vissute in un paese dove l’eccezione è la regola. Raccontano di quanto siano più forti e sicuri di sé con la pratica regolare di esercizi fisici e posture antichissime, ed infine di quanto meno si ammalino dopo un ciclo di massaggi consigliati da un operatore esperto”.

Ed è vero?
“E’ tutto vero!!! Questo e anche di più, permettono a professionisti come me di poter svolgere una professione eternamente futuribile, perché nel campo della prevenzione della salute. E’ qualcosa in cui le macchine non potranno mai sostituire l’umanità, l’amore e la compassione che le persone possono trasmetterti nei periodi difficili della vita. La professionalità di un operatore preparato e lo spirito positivo che anima i suoi intenti sono prerogative assolute alla buona riuscita dei trattamenti nei benefici che questi includono. A ciò si aggiungono consigli sulle routine quotidiane e stagionali che l’ayurveda consiglia nella dieta, nella toilette e nelle abitudini della persona. Ricordiamo che a volte un piccolo cambiamento è sinonimo di crescita personale e apporta grandi benefici a fronte di piccoli tollerabili sacrifici”.

L’intervista continua nei prossimi articoli, grazie dell’attenzione.
Per conoscere questo corso e le altre iniziative di di Aletheia di Rimini clicca qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *